VIKINGS HOME MADE – PEDANA PER LO STACCO DA TERRA (a cura di Davide Milan)
17 febbraio 2017
0

(N.B.: questa progetto è rivolto a tutti, però chi stacca sumo con una stance molto larga potrebbe non trovarsi con le misure. Comunque rimane un punto di partenza per adattarla alle proprie esigenze.)

 

Chi tra di noi si allena a casa e desidera allenarsi senza distruggere il pavimento, avrà già avuto modo di ingegnarsi in una maniera per fare stacco.

Le pedane in commercio ormai offrono soluzioni per ogni esigenza, ma il prezzo rimane per alcuni uno scoglio, soprattutto se si ha appena approcciato questo sport ed il proprio budget iniziale o spazio sono quelli che sono.

Oggi vi presento un’idea che ho concepito prendendo spunto qua e là nel web e mettendo insieme il tutto.

Allenandomi in un garage di piccole dimensioni (2m e 50 di larghezza) volevo una soluzione che mi permettesse di rimuovere la pedana finito l’esercizio, ma che non mi portasse via molto tempo per montarla.

Non avendo chissà che attrezzi da lavoro o una particolare dote nella lavorazione del legno, ho cercato di usare materiali facilmente reperibili e poco costosi.

 

Ecco qui ciò che vi servirà:

  • 2 tavole di legno (abete o pino andranno benissimo, basta che sia solido e non balsa…) 1250 x 400/500 x 18 mm;
  • 2 piastrella antishock 500 x 500 x 35mm;
  • 10 viti autofilettanti INOX lunghe al massimo 35mm;

Le piastrelle antishock le trovate da LEROY MERLIN e costano 9,90€ cad.

Le tavole di legno spesso sono in offerta (soprattutto l’abete) e potete trovarle anche per una ventina di euro la coppia.

Io ho preso tutto al LM, anche le viti, e in totale ho pagato sui 40€, ma potete risparmiare recuperando il legno da qualche parte.

ESEMPI DI TAVOLE DI LEGNO DI DIVERSO SPESSORE

 

PIASTRELLA ANTISHOCK

Ora che abbiamo tutto molto semplicemente sovrapponete le due tavole di legno e avvitate le viti come nel disegno:

 

OPZIONALE: se desiderate potete incollare le due tavole e poi metterci le viti.

Comunque vi assicuro che anche senza colla rimarranno salde.

Ora che avete completato questo passaggio, basta disporre la pedana a terra con le due piastrelle antishock ai lati e siete pronti per iniziare!

L’altezza delle tavole sovrapposte corrisponde a quella delle piastrelle (c’è forse un millimetro di differenza) e la sua lunghezza è minore di quella dell’asta interna del bilanciere (1310mm di solito per quelli olimpionici da 2200mm).

In questo modo quando lasciate cadere il bilanciere, sarà sempre sulle piastrelle e non sul legno.

 

Quando avete finito, potete riporre tavola e piastrelle in piedi e recuperare lo spazio.

 

Il risultato finale sarà questo:

 

Restate in attesa per il prossimo articolo. Nicola Marini presenterà il programma utilizzato per la preparazione di Davide Lovison ai campionati italiani di stacco classic.

Per qualsiasi domanda contattateci sulla nostra Pagina  e visitate il nostro Sito per leggere tutti i nostri articoli.

Lascia un commento